Evitare gli ostacoli sul campo

A terra non è sempre certo che ci si possa o si debba sempre muovere in linea retta secondo l'azimut indicato dal compasso. Poniżej przedstawiono kilka przykładów pokazujących jak omijać przeszkody w terenie, e allo stesso tempo per non perdere l'orientamento, usando la bussola. Ti permettono di evitare deviazioni inutili o perderti. Zawsze trzeba pilnować azymutu, anche se la direzione che stabilisce è solo di importanza ausiliaria in un dato momento.

Capovolgi di lato

La bussola traccia la direzione tramite un azimut con una precisione di ca 10-20 Dopo aver percorso un chilometro, potresti passare un bivio in un fiume, ad esempio, come nel piano sopra, p. 300 metri in un modo o nell'altro. Peggio quando sulla riva, non lo saprai, da che parte andare?, per raggiungere la biforcazione. Per evitare ciò, puoi deviare un po' dalla direzione indicata dalla bussola. Lo farà, dopo aver raggiunto la riva del fiume, scoprire, da che parte girare?, per raggiungere la biforcazione.

Lungo un fiume o una strada

Se c'è qualche ostacolo nel modo di vagliare, puoi camminare lungo la riva del fiume, le colline sono la strada, che ci porterà alla meta. Per prima cosa devi trovare l'azimut sull'elemento nel campo, lungo il quale intendiamo muoverci. In questo esempio, è la riva del fiume. La collina dista circa 250° dal punto più vicino sulla riva. Poi cammina lungo il fiume, camminando intorno alla collina, finché non appare con un angolo di 250 °. Poi gira a sinistra, scegliendo questo azimut.

Dopo la livella

Muoversi alla stessa altezza, seguiamo la linea corrispondente alla linea di contorno sulla mappa. Questo è un metodo estremamente efficace per determinare la direzione nel campo, soprattutto nella giungla, dove è più facile perdere l'orientamento andando in azimut che ,,a bolla d'aria". Questo modo di camminare fa anche risparmiare energia, perché non perdi altezza inutilmente.

Aggirare un ostacolo

I limiti di alcuni dei maggiori ostacoli, come i terremoti, non sono sempre accuratamente disegnati sulla mappa. Mantieni sempre l'azimut prescelto quando li eviti, e quando rimbalza di lato evitando un ostacolo, misurare la distanza. Una volta che sarai tornato nella giusta direzione, saprai quanto tempo ancora andare, per tornare al corso precedente.

CALCOLO DEL PERCORSO

Quando vai a piedi, puoi o contare i passi, o usa un orologio. La lunghezza dei passaggi varia, a seconda del terreno e del ritmo di camminata. Con il cronometraggio è più facile stimare la distanza percorsa. Fermati dopo i primi 10 minuti, calcolare il percorso dalla mappa, hai viaggiato. In questo modo conoscerai il tuo ritmo di camminata. Puoi fermarti ogni ora dopo, per correggere la rotta in base alla mappa e controllare il bagaglio. Nel corso del tempo, imparerai a misurare la tua velocità di camminata media con grande precisione. Un buon camminatore passa con un carico e su un terreno accidentato moderatamente 4 km all'ora, andando abbastanza veloce.