Crea una mappa

Crea una mappa

1 Disegna su un foglio di carta una griglia rettangolare con maglie corrispondenti a un chilometro quadrato della superficie terrestre. Al centro, disegna una croce per indicare la tua posizione.

2 Trova un punto di osservazione conveniente. Determina l'azimut con il compasso, determinare la direzione di un punto caratteristico sull'orizzonte. Stimare la distanza da questo punto (guarda giù).

3 Allineare la griglia della mappa lungo l'asse nord-sud e tracciare una linea dalla croce, secondo azimut. Sulla linea, segna la collina.

4 Allo stesso modo, individua altri due oggetti, visibile dal posto, in cui sei. La tua posizione sulla mappa dovrebbe essere determinata dal punto di intersezione delle linee che si estendono da esse.

MISURAZIONE DISTANZA IN CAMPO

Per determinare la posizione di un dato oggetto sul piano, devi prima stimare la sua distanza dal sito, in cui sei. Puoi farlo impostando l'azimut. Innanzitutto, determina la direzione, in cui si trova l'oggetto. Poi passa al secondo posto, che puoi segnare sulla mappa. Puoi misurare la distanza tra loro in passi. Dopo aver determinato la direzione dell'oggetto dal secondo posto, le linee che vanno da entrambi i punti dovrebbero essere tracciate sulla mappa, secondo azimut. Un simbolo oggetto può essere disegnato dove si intersecano. Ora con l'aiuto della griglia puoi facilmente calcolare la sua distanza dal luogo, in cui sei.

1 Il metodo presentato consente di misurare la distanza da qualsiasi oggetto nel campo, sia utilizzando una mappa già pronta, così come un piano disegnato personalmente. Presta attenzione quando disegni il tuo piano, che tutte le maglie della rete rettangolare siano uguali. Per prima cosa devi determinare l'azimut dell'oggetto selezionato, per esempio, colline. Quindi traccia una linea dalla croce (osservatore) verso il soggetto, secondo l'azimut.

2 Cammina per una certa distanza, scegliendo un azimut di 90° verso nord, fino a raggiungere il punto, in cui l'azimut all'oggetto differirà di almeno 30° da quello misurato in precedenza. Questa posizione dovrebbe essere segnata sulla mappa e l'azimut dovrebbe essere determinato e definito con una linea sulla mappa. La collina si trova all'incrocio di entrambe le linee. Ora puoi stimare la sua distanza contando le linee di una griglia rettangolare.

DECLINAZIONE MAGNETICA

Quando impostiamo le direzioni e determiniamo gli azimut, commettiamo l'errore di avere tre diverse direzioni nord – nord magnetico, nord sulla mappa e nord vero, quello è geografico. L'angolo tra il nord e la direzione, che punta all'estremità di un ago magnetico si chiama declinazione magnetica o imbardata; è legato alla differenza di posizione dei poli magnetico e di terra. Aumenta notevolmente alle alte latitudini, e nei paesi polari può escludere completamente l'uso di un ago magnetico per l'orientamento nel campo. Pertanto, devi conoscere la declinazione magnetica nella tua zona. Se è significativo, deve essere aggiunto o sottratto dall'azimut misurato con il compasso. Su molte mappe, la declinazione magnetica è indicata da tre frecce nella legenda.

Tre mezzanotte – Il nord magnetico è il nord indicato dall'ago della bussola; topografico – determinato dalla griglia della mappa, il nord a destra è la direzione, in cui si trova effettivamente il polo nord della terra. La declinazione magnetica è l'angolo tra la direzione dell'ago magnetico e il nord sulla mappa.

CONSIGLI PRATICI

■ La regola d'oro è: "Fidati della bussola". Ecco perché molte persone si perdono, che crede più suo, orientamento illusorio rispetto alle indicazioni dell'ago magnetico.

■ Imposta sempre gli azimut e le distanze in base alla tua posizione.

■ Prova a riconoscere correttamente la topografia, corso di valli e crinali montani.

■ Orientare la mappa utilizzando la bussola. Quindi metti quelli visibili su di esso, elementi paesaggistici più importanti, e prima di partire, imposta la direzione della marcia e imposta l'azimut corretto.