Scorta d'acqua

Dopo esserti riparato nel campo, dovresti raccogliere una quantità sufficiente di acqua potabile, perché senza di essa non si vive più di qualche giorno. Può succedere, che dovrai accamparti in un posto, dove non esiste una fonte sicura e affidabile di acqua dolce. Tuttavia, puoi sopravvivere nella situazione più critica catturando l'acqua piovana, raccogliendo la rugiada, scavando una buca nel terreno o condensando il vapore acqueo emesso dalle piante. Acqua dalle precipitazioni, ottenuto da terreno o piante, ha questo enorme vantaggio rispetto ai bacini naturali, che è quasi sempre pulito e non necessita di decontaminazione. È meglio raccogliere tale acqua all'alba.

Catturare l'acqua piovana

Dovresti sempre installare serbatoi di acqua piovana durante il campeggio. Dovresti provare anche tu, affinché l'acqua che sgorga dal tetto di una capanna o altro riparo non venga sprecata inzuppandosi nel terreno. A questo scopo si può realizzare una grondaia improvvisata, quale acqua piovana confluirà in un secchio posto sotto di essa o in una buca scavata nel terreno e rivestita di plastica. Anche catturare l'acqua piovana ha senso allora, quando ti sei schiantato vicino a un ruscello o a un fiume, in quanto l'acqua piovana non necessita di alcun trattamento, né cucinare (a meno che non ci siano piogge acide nella zona). Un panno in materiale impermeabile è più adatto per raccogliere l'acqua piovana, che dovrebbe essere teso su una superficie il più ampia possibile e stretto fortemente. Attacca gli angoli del lenzuolo a terra con dei bastoncini, e raccogliere l'acqua corrente in una nave.

Foglio di acqua piovana
L'acqua piovana può essere raccolta in un foglio di materiale impregnato teso appena sopra il suolo. Dovrebbe essere così teso, che l'acqua scorresse in un ruscello fino a un vaso posto in uno degli angoli. In caso di forti piogge, ricordarsi di cambiare frequentemente l'imbarcazione, che si riempie rapidamente d'acqua.

COLLEZIONE RUGIADA

L'aria si rinfresca di notte, e il vapore acqueo si condensa sui fili d'erba, foglie e steli di arbusti o finestrini delle auto. Questa mattina la rugiada evapora all'istante, non appena il sole inizia a splendere nel cielo. Tanti animali, piante e insetti vivono a causa della rugiada, usarlo per ricostituire le riserve di acqua del corpo. Anche l'uomo può seguire le loro orme.

1 Puoi raccogliere la rugiada con un fazzoletto, che, se posto su erba alta, assorbirà l'umidità risultante. La rugiada dovrebbe essere raccolta all'alba, perché dopo il sorgere del sole, le goccioline evaporano immediatamente. Molti abitanti delle regioni aride della Terra hanno usato questo metodo per secoli.

2 Il fazzoletto bagnato deve essere strizzato sul piatto. Ripetiamo questa attività, finché non avremo la giusta quantità d'acqua.

Scavando una buca

Se scaviamo una buca abbastanza profonda in un terreno bagnato o fangoso, l'acqua inizierà a raccogliersi sul fondo. Il foro dovrebbe essere di ca 30 cm di profondità. Quando molta acqua si accumula nella fossa, lo scegliamo con un secchio. All'inizio l'acqua sarà molto sporca, in seguito, però, il pozzo comincerà a riempirsi di acqua più pulita, che è potabile dopo il filtraggio.

Acqua da un buco fangoso
Scegli l'acqua fangosa e torbida dalla ricreazione fino ad ora, fino a quando l'acqua limpida sale in superficie.

Prima di iniziare a scavare una buca, dai un'occhiata in giro. Non attingere mai acqua da terra, che puzza di muffa, nessuno dei posti, sulla cui superficie si accumula il fango verde. Tale acqua sarà sicuramente contaminata. Inoltre, non raccogliere acqua vicino a luoghi, dove ti sei imbattuto in una carogna. Pulisci sempre l'acqua, prima di berlo.